Aisla Forlì Cesena
  • chi siamo
  • cosa facciamo
  • team SLA
  • cosa puoi fare
  • news
  • orari
  • contatti
Ci muoviamo per aiutare chi non può muoversi.
Chisiamo

La Sede AISLA Forlì-Cesena, fortemente voluta fin dal 2009 dal Cav. Giuseppe Brescia, si è costituita ufficialmente il 3 dicembre 2013 con delibera del Consiglio Direttivo Nazionale di AISLA Onlus. Ha cominciato ad operare attivamente sul Territorio dal 15 marzo 2014.

L’esigenza di avere una sede AISLA a Forlì nasce da esperienze personali e dal desiderio di poter diffondere la conoscenza della malattia, diventare punto di riferimento per i malati di SLA e delle loro famiglie residenti nella provincia di Forlì-Cesena, raccogliere le loro istanze e bisogni per sottoporli all’attenzione delle istituzioni mediche, socio-assistenziali e politiche per trovare percorsi di continuità assistenziali che permettano concretamente di migliorare la vita quotidiana del malato e della sua famiglia. Insomma mai più soli!!!

AISLA Forlì-Cesena conta oggi oltre 30 Soci e, grazie al supporto di un piccolo gruppo di soci fortemente motivati, si sta radicando su tutto il territorio della “Area Vasta Romagna” divenendo un importante punto di riferimento nel comprensorio forlivese-cesenate per oltre 50 persone malate di SLA e delle loro famiglie. Fornisce informazioni ai malati di SLA e alle loro famiglie anche se residenti nel Comprensorio di Rimini o di Ravenna.

La Sede AISLA Forlì-Cesena si trova presso la Casa del Volontariato Assiprov, in viale Roma 124 a Forlì, dove siamo a disposizione delle persone con SLA e delle loro famiglie con l’obiettivo di conoscerci, parlarci, raccogliere le esigenze, aiutarci.

Leggi di più

Cosafacciamo

Ultimenews
  • Antonio Pinna LA CURA AI TEMPI DEL COVID-19 Prendersi cura dei più fragili Anziani disabili e caregiver familiari nella pandemia Maggioli Editore Novembre 2020. Quando nasce in lei la necessità di raccontare "La cura ai tempi del COVID-19"? Si ricorda il momento esatto quando ha deciso di intraprendere questo racconto? Esattamente con l'inizio del primo lockdown, a marzo dello scorso anno, quando il nostro Paese è diventato "zona rossa". Avevo già in mente di scrivere un libro sui caregiver, sui familiari che spendono la loro vita per i più fragili, ma durante il lockdown ho visto il confinamento obbligatorio come un momento di ulteriore sofferenza delle famiglie intere dei disabili gravi e gravissimi. Le restrizioni dell’isolamento a causa della pandemia hanno acuito le sofferenze di anziani, disabili e caregiver familiari, spesso lasciati soli.
    Leggi il post
    03 aprile 2021
  • ...Una buona notizia!!!
    Leggi il post
    16 febbraio 2021
  • 18 gennaio 2021 – E’ attiva da questa mattina la piattaforma telematica di Regione Abruzzo per la manifestazione di interesse alla vaccinazione anti Covid 19 per gli ultra 80enni, portatori di disabilità (con il loro caregiver) e categorie fragili (in possesso di esenzione per malattia cronica o ra-ra)
    Leggi il post
    21 gennaio 2021
  • Leggi il post
    28 maggio 2020
  • Leggi il post
    06 febbraio 2020
  • Aisla Forlì Cesena ha aggiornato il suo stato.
    Leggi il post
    14 settembre 2019
  • Grazie ai giovani del ROTARACT Forli, Piazza Saffi è una delle 150 piazze d'Italia della XII Giornata Nazionale SLA!!!
    Leggi il post
    08 settembre 2019
  • Leggi il post
    27 luglio 2019
  • Leggi il post
    27 luglio 2019
  • Leggi il post
    27 luglio 2019
  • “Tutti al mare. Nessuno escluso”- Il progetto “Tutti al mare. Nessuno escluso” è nato per realizzare una struttura balneare attrezzata e assistita per ospitare le persone con malattie invalidanti come: SLA, SMA, Sclerosi Multipla, Distrofia Muscolare e le loro famiglie, dotata di accesso facilitato e attrezzature specifiche come gli attacchi elettrici per i respiratori, ecc. La spiaggia è stata messa a disposizione per quest’anno dal Comune di Ravenna, grazie anche al contributo di AISLA, e si trova a Punta Marina Terme, nella zona di spiaggia libera tra il bagno Chicco Beach e il bagno Susanna. La struttura e l’accesso facilitato al mare rimarranno aperti dal 29 giugno al 1 settembre 2019, dalle 09,00 alle 19,00. L’iniziativa è nata in memoria di Dario Alvisi, malato di SLA di Faenza.#news
    Leggi il post
    27 luglio 2019
  • Leggi il post
    29 maggio 2019
  • Dona il tuo 5 X 1000 ad AISLA Onlus. Inserendo il codice fiscale 91001180032 nel riquadro dedicato al sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, contribuirai alle attività della nostra associazione dedicate a ricerca, assistenza e (in)formazione#news
    Leggi il post
    22 maggio 2019
  • E' con grande gioia che, insieme alla Sede di Aisla Forlì Cesena annunciamo l'apertura di un nuovo Punto di Ascolto AISLA a #CESENA, presso la sede ASSIPROV di via Serraglio, 19. Desideriamo ringraziare di cuore la Dirigenza Assiprov Centro di Servizi per il volontariato Forlì-Cesena che, a titolo gratuito, ha collaborato alla realizzazione del progetto mettendo a disposizione del servizio un ufficio attrezzato ed idoneo allo scopo. L'obiettivo è quello di essere il più vicino possibile alla comunità #SLA del comprensorio cesenate e poter offrire, agli ammalati ed alle rispettive famiglie, un supporto concreto alle richieste d'informazione e consulenza. Il Punto di Ascolto Cesena sarà attivo, per l'anno in corso, tutti i LUNEDI' dalle 15 alle 18. Per informazioni e prenotazioni contattare: Giuseppe Brescia - 3474273636 -giuseppebrescia45@gmail.com
    Leggi il post
    05 marzo 2019
  • AISLA: oltre 100 persone con SLA in Romagna Serve un piano di assistenza uniforme. 21 novembre 2018 AISLA, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, chiede l’adozione in tutte le “ex Ausl” della Romagna di un unico piano di assistenza per le persone con SLA per garantire cure domiciliari omogenee in tutti i territori. Il tema sarà affrontato venerdì 23 novembre a San Marino al 2° Congresso Nazionale Cure Territoriali Dopo la diagnosi di SLA, Sclerosi Laterale Amiotrofica, le persone che ne sono colpite e i loro famigliari hanno bisogno di essere seguiti con cure e assistenza a domicilio che tengano conto dell’evoluzione della malattia e delle necessità del malato dal punto di vista dell’alimentazione, della comunicazione, della mobilità, della respirazione e degli aspetti psico-emotivi. In Romagna le persone con SLA sono più di 100 e AISLA, Associazione Italiana Sclerosi Late-rale Amiotrofica, impegnata in attività gratuite di aiuto ai malati di SLA e alle loro famiglie sul territorio, sostiene la necessità di avere un PDTA (Percorso Diagnostico Terapeutico ed Assisten-ziale) unico per le persone malate di SLA, soprattutto dopo l’accorpamento delle strutture e i ser-vizi delle Aziende Usl di Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini e la nascita nel gennaio 2014 dell’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna (Ausl Romagna). Per questo AISLA sta collaborando con la Direzione generale dell’Ausl Romagna, sensibile a questa problematica, alla stesura di un PDTA unico e uniforme finalizzato ad assicurare trattamenti e cure domiciliari omogenee in tutti i territori. Questo sarà uno dei temi al centro del “2° Congresso Nazionale Cure Territoriali” di venerdì 23 novembre a San Marino, dove si confronteranno 49 esperti da tutta Italia (medici, dirigenti di aziende sanitarie, infermieri) sull’assistenza alle persone colpite da disabilità gravi e malattie croniche. Di Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, interverranno Stefania Bastianello, responsabile del Centro d’Ascolto e della formazione e Daniela Cattaneo, medico palliativista. In Romagna, AISLA registra già realtà virtuose di assistenza alle persone con SLA come le “Ex Ausl” di Forlì, Rimini e Cesena che hanno già da tempo costituito al loro interno “Team multidisciplinari e multiprofessionali SLA”, dedicati all’assistenza delle persone con SLA e di aiuto alle loro famiglie, composte da neurologi, pneumologi, psicologi, palliativisti, assistenti sociali,… È importante inoltre l’attività dell’Hospice di Dovadola (FC) che, nel comprensorio forlivese, ospita e segue anche le persone con SLA bisognose di cure palliative. Si tratta di un aspetto cruciale visto che ancora oggi le cure palliative sono utilizzate prevalentemente in ambito oncologico e spesso non sono prese in considerazione per altre patologie gravi come la SLA. AISLA auspica che l’Ausl Romagna adotti al più presto possibile il nuovo PDTA, oggi in fase di realizzazione, al fine di poter attivare in modo omogeneo e per tutti i territori gli stessi strumenti di assistenza, tra cui le cure palliative. AISLA, per favorire la diffusione della conoscenza della SLA e dei specifici bisogni di assistenza di chi ne è affetto, è impegnata nell’organizzazione in corsi di formazione per medici e operatori sanitari. Nell’ultimo anno ne ha organizzati 31 in tutta Italia di cui 2 in Romagna. Da "Notizie AISLA Nazionale del 21/11/2018 #news
    Leggi il post
    24 novembre 2018
  • L'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica festeggia i suoi 35 anni al sostegno delle persone colpite dalla SLA, con servizi gratuiti di consulenza e assistenza domiciliare e di raccolta fondi da destinare alla ricerca scientifica su questa malattia e alla formazione dei medici e degli operatori sanitari. Solo nell’ultimo anno AISLA ONLUS ha aiutato gratuitamente oltre 2.600 malati in tutta Italia con servizi di consulenza medica, legale e amministrativa. Aislatina Assemblea Dei Soci AISLA ONLUS Aisla piacenza AISLA Firenze AISLA Torino ONLUS Assemblea Dei Soci AISLA ONLUS Aisla Forlì Cesena Aisla Calabria AISLA Sardegna AISLA- sede di Ferrara AISLA Reggio Emilia Aisla Sondrio Aisla Belluno Aisla Venezia AISLA Vicenza Arezzo Aisla Aisla Onlus Trentino Alto Adige AISLA NUORO
    Leggi il post
    20 aprile 2018
  • Leggi il post
    24 febbraio 2018
  • SLA, UN NUOVO FARMACO DA' SPERANZA. Partite all’ospedale di Forlì le somministrazioni di Edaravone ai pazienti affetti dalla malattia L’Italia è l’unico Paese europeo dove l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha disposto l’introduzione dell’Edaravone, un medicinale che potrebbe rallentare l’avanzamento della SLA. Disponibile in Italia dal 2017 su richiesta di AISLA (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica), il nuovo farmaco è commercializzato con il nome di Radicut o Avone e la sua erogazione è coperta dal Servizio Sanitario Nazionale. Si tratta di una terapia sperimentale che ha dato risultati incoraggianti in Giappone e negli Stati Uniti. Il farmaco verrà utilizzato sino a fine anno in tutta Italia: l’analisi dei dati raccolti al termine di questo periodo ne confermerà o meno la validità. Nell’Unità Operativa di Neurologia dell’ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì - diretta dal dottor Walter Neri - sono appena iniziati i cicli di somministrazione del farmaco, ai quali vengono sottoposti i pazienti con diagnosi di SLA che rientrano nei criteri previsti dal protocollo AIFA. Ad occuparsi del trattamento è il dottor Carlo Guidi, coordinatore del Team SLA, insieme al personale infermieristico specializzato: “Abbiamo da poco terminato la somministrazione del primo ciclo di Edaravone – afferma - ad un paziente forlivese che risponde ai rigidi cri-teri di inclusione: non ci sono stati problemi di intolleranza né alterazione degli esami previsti per monitorare gli effetti del farmaco”. Per garantire la continuità del servizio, un aspetto al quale dare risposta è la presenza di infermieri nel fine settimana: “Abbiamo su-perato il problema della somministrazione nel weekend – continua il dottor Guidi – perché gli infermieri del Day Hospital si sono resi disponibili a fare ore di straordinario anche di domenica. I colleghi di altre Unità neurologiche hanno difficoltà ad iniziare proprio per que-sta ragione”. Attualmente, in regione, i pazienti sottoposti al trattamento sono solo poche unità. “Siamo molto soddisfatti - commenta Giuseppe Brescia, referente della sede AISLA Forlì-Cesena - che anche nel comprensorio forlivese il farmaco sia disponibile e mi auguro che possa in un futuro prossimo rappresentare un seme di speranza per le persone ammalate di SLA. Fin da subito desidero ringraziare di cuore tutti i componenti del Team SLA di Forlì, che con impegno, professionalità e dedizione, seguono gli oltre 30 malati del nostro territorio.” Da "IL MOMENTO" del 22 febbraio 2018#news
    Leggi il post
    23 febbraio 2018
  • Leggi il post
    12 gennaio 2018
  • CAREGIVER FAMILIARE, E' LEGGE!!!. martedì 2 gennaio 2018 Finalmente approvata e pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge sul Caregiver familiare (assistente familiare non professionale) che ci auguriamo potrà sostenere quelle migliaia di genitori (o altri familiari), costretti a rinunciare al lavoro, ed al conseguente reddito, per accudire e sorvegliare i propri figli (o altri familiari) disabili gravi.E' stata pubblicata infatti in Gazzetta Ufficiale n° 302 del 29-12-2017 (S.O. n° 62) la legge che istituisce un fond di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018, 2019, 2020. Ecco l'estratto, con la definizione del termine, ed il link (sotto) allo scaricamento della G.U. dal sito ufficiale. Ora attendiamo i decreti attuativi, le circolari ministeriali e le prassi per farne richiesta. "255. Si definisce caregiver familiare la persona che assiste e si prende cura del coniuge, dell’altra parte dell’unione civile tra persone dello stesso sesso o del convivente di fatto ai sensi della legge 20 maggio 2016, n. 76, di un familiare o di un affine entro il secondo grado, ovvero, nei soli casi indicati dall’articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, di un familiare entro il terzo grado che, a causa di malattia, infermità o disabilità, anche croniche o degenerative, non sia autosufficiente e in grado di prendersi cura di sé, sia riconosciuto invalido in quanto bisognoso di assistenza globale e continua di lunga durata ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, o sia titolare di indennità di accompagnamento ai sensi della legge 11 febbraio 1980, n. 18." (pag 32) http://www.gazzettaufficiale.it/do/gazzetta/downloadPdf?dataPubblicazioneGazzetta=20171229&numeroGazzetta=302&tipoSerie=SG&tipoSupplemento=SO&numeroSupplemento=62&estensione=pdf&edizione=0 #news
    Leggi il post
    10 gennaio 2018
  • TEAM SLA Ospedale di FORLI.
    Leggi il post
    17 dicembre 2017
  • Leggi il post
    10 dicembre 2017
  • Il “Torneo di Natale” porta l’AISLA a Capo Nord. Il 9 dicembre, alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Forlì, Sara Samorì e del parroco di San Giuseppe Artigiano, don Carlo Guardigli, si è svolto presso il campo sportivo della parrocchia di Bussecchio il “Torneo di Natale” di calcio a sette, il cui ricavato è stato destinato ad AISLA Forlì-Cesena, l’associazione che si occu-pa di progetti di sostegno ai malati di SLA e ai loro famigliari. L’evento, organizzato da Valerio Fregnani, aveva come obiettivo anche quello di consegnare a Giuseppe Brescia, Referente della Sede provinciale AISLA, l’assegno di 1.100,00 euro, frutto delle donazioni ricevute dallo stesso Fregnani, a seguito della sua impresa “VentimilaKm” in bicicletta, che, nel corso dell’estate 2017, lo ha portato da Forlì fino a Capo Nord, attraversando una buona parte dei Paesi Europei. Giuseppe Brescia, nel corso dell’iniziativa, ha ringraziato Valerio per il contributo ricevuto, le autorità e tutti i presenti, assicurando che quanto ricevuto sarà interamente impiegato per finanziare le attività nei riguardi dei malati di SLA e delle loro famiglie, con particolare riferimento ai progetti di “Aiuto Psicologico e Fisioterapia a Domici-lio” già in atto sul nostro territorio. Brescia ha inoltre formulato gli auguri di un Santo Natale e di un felice Anno Nuovo ai Soci di AISLA, ai benefattori, ai collaboratori e a tutti coloro (amici e aziende sponsor), che hanno permesso a Fregnani di portare i colori dell’associazione fino a Capo Nord. #news
    Leggi il post
    10 dicembre 2017
  • Aisla Forlì Cesena ha aggiunto un evento.
    Leggi il post
    01 dicembre 2017
  • Leggi il post
    09 novembre 2017
Orari

Sede operativa Aisla di Forlì-Cesena

  • Lun: 15:00 18:00 CESENA
  • Mar: 15:00 18:30 FORLÌ
  • Mer: su richiesta
  • Gio: 15:00 18:00 FORLÌ
  • Ven: su richiesta
  • Sab: su richiesta
  • Dom: su richiesta